Chi è senza peccato…

Le chiamano ‘pedaladas fiscais”, pedalate fiscali. Ed i sondaggi ci raccontano come solo una ristrettissima minoranza dei brasiliani che, in queste ore, vanno manifestando, pro e contro l’impeachment, sappia davvero (nei minimi dettagli o anche soltanto per grandi linee) in che cosa consista questo alquanto oscuro (ed ancor più controverso) delitto amministrativo. Eppure sarà proprio […]

Una voce dalle caverne

Nei giorni scorsi, nel commentare il significato e la portata della ‘storica’ visita di Obama a Cuba, non pochi avevano fatto notare come la totale assenza di Fidel Castro in ciascuna delle fasi – protocollari o meno – dell’evento, a tutti gli effetti fosse la prova provata dell’ormai pressoché totale irrilevanza politica di quello che, […]

..coltivo una rosa bianca…

Le nere, nerissime nuvole degli attentati di Bruxelles ricoprivano, martedì mattina, anche i cieli tropicali di Cuba. Ed è sotto questa tetra cappa d’orrore che Barack Obama ha infine tenuto il suo atteso discorso – trasmesso ‘en vivo y en directo’ anche dalla tv cubana – nel Gran Teatro dell’Avana. Un discorso (clicca qui per […]

Lula, a volte ritornano

Luiz Inácio ‘Lula’ da Silva è tornato (da ministro, anzi, da super-ministro) al governo del Brasile. O meglio: è tornata al governo la sua ombra triste, una chiassosa ma decrepita imitazione del super-presidente che, nel 2010, era uscito dal Palácio do Planalto avvolto nel manto sontuoso d’una approvazione superiore all’80 per cento. Lula era, cinque […]

Lula, ultimo atto

A São Bernardo do Campo tutto era cominciato, sul finire degli anni ‘70, quando, con i grandi scioperi dei metalmeccanici della cintura industriale di São Paulo, dalle tenebre della dittatura militare era emersa la figura luminosa d’un giovane operaio, tarchiato e barbuto – tal Luiz Inácio da Silva, meglio noto come ‘o Lula’ –  capace […]

Más Evo? Gracias, no

‘Bolivia cambia, Evo cumple’. La Bolivia cambia, Evo mantiene le promesse. Fu con questo alquanto baldanzoso slogan che, agli albori dell’anno 2016, Evo Morales Ayma, primo presidente d’estrazione indigena, da par suo condusse la battaglia del referendum attraverso quale chiedeva ai boliviani di concedergli, cambiando il dettato costituzionale, la possibilità di partecipare ad una quarta […]

Albert e Nicolás

Nicolás Maduro, presidente del Venezuela, ed Albert Einstein, universale simbolo d’intelligenza, potrebbero a prima (e, per la verità, anche a seconda) vista sembrare una coppia assai mal assortita. Eppure è proprio al geniale elaboratore della teoria della relatività generale che, non più d’una settimana fa, il figlio ed apostolo del comandante eterno Hugo Chávez s’è […]

leggi tutto 0 Comments

La burla continua…

‘Abbia la certezza, signor presidente, che se dialogo è quello che cerca, qui dialogo troverà…’. Questo ha detto, venerdì sera, il nuovo presidente della Asamblea Nacional, Henry Ramos Allup, nel corso della sua molto colloquiale – ed a tratti assai pepata – replica al discorso di ‘memoria y cuenta’ (una sorta di ‘rendiconto’ annuale del […]

leggi tutto 0 Comments

Una burla chiamata TSJ

Mentre, tra grida d’orrore ed atti di pubblica espiazione, ancora non s’è spenta del tutto l’eco della ‘guerra dei ritratti’ – quello del ‘Bolívar de Chávez’ e quelli del medesimo ‘comandante supremo ed eterno’ d’autorità sloggiati, giorni fa, dalle pareti della Assemblea Nazionale –  il Venezuela s’appresta ora a vivere una nuova e assai meno […]

leggi tutto 0 Comments

Ritratto d’una catastrofe

Sacrilegio, profanazione, bestemmia! Orrore! Orrore! Orrore! Il Venezuela va marciando a passi rapidi verso il più tenebroso dei baratri, ma sbaglierebbe di grosso chi pensasse che proprio questo – il pietoso stato d’una nazione ormai in bancarotta economica, istituzionalmente a pezzi e con i più alti (o giù di lì) tassi d’inflazione e di criminalità […]

leggi tutto 0 Comments

E adesso?

‘Por ahora’, per ora, è, nella liturgia chavista, una sorta di formula magica o, ancor meglio, una messianica esortazione le cui sacre origini risalgono a quello che, del culto, fu il vero e luminoso punto d’inizio. ‘Por ahora’ fu, infatti, la frase che Hugo Chávez Frías, comandante ‘supremo ed eterno’, pronunciò nel febbraio del 1992, […]

leggi tutto 0 Comments

Aspettando il voto…..

In attesa di conoscere – si spera tra non molto – i risultati delle elezioni parlamentari venezuelane, credo sia interessante raccontare una, anzi, due storie che, tra loro intrecciate, aiutano non solo a meglio illustrare la vera natura del processo elettorale, ma anche a spiegare perché, a dispetto dell’unanime verdetto dei sondaggi, nient’affatto scontata sia […]

leggi tutto 0 Comments

Un voto nel deserto

Domenica prossima, 6 dicembre, 19 milioni di venezuelani tornano alle urne per rinnovare i 167 seggi della Assemblea Nazionale. E tutti i sondaggi concedono all’opposizione, in questa vigilia, un vantaggio che oscilla dai 15 ai 30 punti. Troppi, evidentemente, per immaginare una rimonta governativa nelle poche ore che ci separano dall’apertura dei seggi. E nel […]

leggi tutto 0 Comments

La borsetta di Cristina

Dopo quattro giorni d’assordante silenzio – tanti quanti, venerdì scorso, erano trascorsi dalla batosta della prima ronda delle presidenziali Cristina Fernández de Kirchner ha infine parlato. E l’ha fatto da consumata primadonna, con eloquenza e passione, rivolgendosi in splendido soliloquio dalla balconata del gran patio de las palmeras  della Casa Rosada alla solita, osannante folla di fedelissimi. […]

leggi tutto 0 Comments

Senza mocassini

La spada e i mocassini. La spada è, ovviamente, quella del ‘libertador’ Simón Bolivar, la medesima e scintillante lama che, […]

Tramonto K

La dinastia è, almeno per il momento, salva. Ma per il ‘kirchnerismo’ – ultima e per i suoi adepti ‘definitiva’ […]

Menzogne e manganelli

La pubblicazione, sul ‘Fatto Quotidiano’, d’un post firmato dal giurista internazionale Fabio Marcelli, mi spinge a tornare sul tema dello […]

Galeotto fu il libro…

Galeotto fu il libro…’ amaramente recita Francesca da Rimini nel quinto canto della Divina Commedia, raccontando di come, leggendo un […]

Farsa bolivariana

Gli hanno dato 13 anni, nove mesi, sette giorni e 12 ore di carcere. E va subito detto che si […]