Metastasi repubblicana

0
103

In un op-ed per il Washington Post, E.J. Dionne Jr. spiega come e perché quello che fu il Partitoi di Lincoln si sia trasformato, senza possibilità di ritorno in una minaccia per la democrazia. Ecco quel che scrive:


Dodici anni fa, gli scienziati politici Thomas E. Mann e Norman J. Ornstein scioccarono Washington sostenendo che il governo degli Stati Uniti era entrato in uno stato di paralisi a causa di quel che il Partito Repubblicano era diventato. Questa tesi è poi diventata un libro dal titolo “It’s Even Worse Than It Looks,” il cui contenuto gli autori hanno a suo tempo riassunto in un op-ed che, pubblicato dal Post, a sua volta s’intitola “Diciamo solo che: I repubblicani sono il problema.”

“Il GOP è diventato un partito marginale e sovversivo nella politica americana”, hanno scritto. “È ideologicamente estremo; sprezzante del compromesso; insensibile alla convenzionale interpretazione dei fatti provati e della scienza; sprezzante della legittimità della sua opposizione politica. Quando un partito si allontana così dal mainstream, rende quasi impossibile per il sistema politico affrontare in modo costruttivo le sfide del paese.”

Mann e Ornstein – che sono miei amici e con i quali ho scritto un libro – sono stati duramente attaccati con l’accusa di partigiuaneria. Una critica, questa, contraddetta da tutta la loro carriera professionale: assolutamente equilibrata, pronta ad apprezzare il lavoro di molti politici repubblicani e profondamente impegnata a migliorare il funzionamento delle nostre istituzioni politiche.

Gli eventi della scorsa settimana hanno ora non solo ratificato ciò che hanno scritto, ma mostrato come le cose siano, per ripetere le loro parole, ancora peggio di quel che furono.

Una cosa, infatti, è che un partito si opponga alle proposte dell’altro partito per differenze di principio. La politica democratica do la “d” minuscola dovrebbe essere un concorso delle idee e un dibattito sopra quali rimedi sono più probabili funzionare.

Una cosa completamente diversa  è, però, che un partito metta da parte le proprie stesse idee riguardo i modi per affrontare una situazione critica, al solo fine di non concedere al rivale quello che viene percepito come un vantaggio di campagna. Questo è esattamente ciò che i repubblicani hanno fatto per volere dell’ex presidente Donald Trump dopo che il presidente Biden e i democratici del Senato hanno offerto il miglior accordo che il GOP potesse sperare per rafforzare il confine meridionale della nazione….

Clicca qui per leggere l’intero articolo, in inglese, sul Washington Post.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.