No menu items!
9.9 C
Buenos Aires
Monday, July 26, 2021
HomeAmerica CentraleMessicoLa guerra delle teste mozzate

La guerra delle teste mozzate

Le cifre, di per sé orrende, ormai non rendono che una molto parziale idea della tragedia che scuote il Messico della “guerra alla droga”. A questo punto, infatti, non si tratta più soltanto di contare i morti (che sono, comunque, quasi 50.000 da quando, nel dicembre del 2006, il presidente Felipe Calderón ha deciso di mobilitare l’esercito contro i trafficanti di droga). Quelle che più colpisce, in questa guerra senza fronte e senza fine, è non solo quanta gente viene uccisa, ma come viene uccisa, è la macabra ritualità d’un massacro, la psicopatologia dei corpi smembrati e delle teste mozzate. Nella guerra tra i vari cartelli del crimine – in particolare quella tra gli “Zetas” ed il cartello di Sinaloa – non si ammazza più solo per eliminare il nemico. Si ammazza soprattutto per “mandare un messaggio”, all’intera società. Si ammazza – non importa chi, ma come – per fare paura a tutti. Si ammazza facendo scempio delle proprie vittime, sempre più spesso scelte a caso, perché la paura – e l’orrore che della paura è la fonte – è diventata un modo di vivere, la prova della propria “invincibilità”.  Come uscire da questo incubo?

Sul tema un servizio di William Booth del Washington Post

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Most Popular

Recent Comments

Sandro Berticelli on Maduro, una catastrofica vittoria
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
Corrado on Cielito lindo…
Corrado on Tropico del cancro
Corrado on Evo dixit
Corrado on L’erede
Alligator on Aspettando Hugodot
A. Ventura on Yoani, la balena bianca
matrix on Chávez vobiscum
ashamedof on Chávez vobiscum
stefano stern on Chávez e il “maiale”
Antonio Moscatelli on Gennaro Carotenuto, cavallinologo
pedro navaja on La strada della perdizione
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
Arturo Sania on Benaltrista sarà lei…
A.Strasser on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
A.Strasser on Benaltrista sarà lei…
Arturo Sania on Benaltrista sarà lei…
giuilio on Maracanazo 2.0