Non sarà AMLO 2.0

0
87

Claudia Sheinbaum sta per assumere la presidenza del Messico. E molti si chiedono se i suoi sei anni di presidenza saranno una mera prosecuzione delle politiche del suo predecessore, Andrés Manuel López Obrador o rappresenteranno una svolta rispetto al passato. Ecco quel che in proposito ha scritto Silvia Ghitis per la Rivista World Policy Review. Pochi giorni prima del voto che, come ampiamente previsto ha portato al trionfo della Sheinbaum.

 Il 1º marzo, la gigantesca piazza centrale di Città del Messico, lo Zocalo, s’è riempito oltre la sua enorme capacità di sostenitori di Claudia Sheinbaum, candidata alla presidenza del partito Morena, che ha così dato il via alla sua campagna ufficiale per i canti di “Claudia! Claudia!” e “La Presidenta!” Con tre mesi fino al 2 giugno concorso per scegliere un successore del presidente Andres Manuel Lopez Obrador, noto come AMLO, Sheinbaum verrà sottoposta ad un esame crescente, anche se la sua vittoria finale sembra quasi assicurata.   

I miei recenti viaggi in Messico confermano ciò che i sondaggi hanno trovato: Claudia, come la chiamano i suoi sostenitori, è una forte favorita per sconfiggere la sua principale sfidante, Xochitl Galvez; e gran parte del suo sostegno deriva dalla popolarità del suo mentore, AMLO, il cui punteggio di approvazione è del 69%-Il più alto presidente messicano degli ultimi decenni, mentre conclude il suo mandato costituzionale di sei anni.

Non è sorprendente, quindi, che Sheinbaum sta promettendo di continuare le politiche di AMLO. Ma questo è anche il motivo per cui in queste elezioni, invece della tradizionale attenzione ad identificare le differenze tra i candidati opposti, vale la pena esplorare i contrasti tra AMLO e Sheinbaum, come il calcolo elettorale la porterà a minimizzare queste distinzioni prima del giorno delle elezioni.

L’abbraccio di AMLO e il suo mandato di successo come sindaco di Città del Messico stanno dando a Sheinbaum una solida base di partenza. Recenti sondaggi la collocano al 63% rispetto al 31% di Galvez, con un terzo candidato, Jorge Alvarez Maynez, molto indietro in cifre singole. Il vantaggio potrebbe ridursi mentre le campagne si riscaldano e Galvez diventa più conosciuto, ma come ho predetto la scorsa estate, il risultato della gara è stato tutto ma certamente deciso non appena Sheinbaum ha vinto la nomina presidenziale di Morena, il partito che Lopez Obrador ha creato come suo veicolo per il potere.

Con Sheinbaum al posto del pilota, questa gara è sua da perdere.

Lo scorso fine settimana nello Zocalo, ha delineato una serie di proposte che si baserebbero sul lavoro di Lopez Obrador, promettendo di espandere i programmi di welfare per i poveri e gli anziani, e crearne di nuovi per bambini e madri.

Questo è coerente con quello che molti osservatori si aspettano di essere un’amministrazione AMLO 2.0 e in linea con il suo tono per tutta la campagna, in cui ha fatto eco al suo approccio alla governance su questioni chiave di sostanza e simbolismo. Ha promesso di tenere sotto controllo i prezzi dell’elettricità domestica e di altri servizi vitali, ha dichiarato che non riporterà l’aereo presidenziale di cui AMLO notoriamente si è sbarazzato e ha promesso di mantenere le sue abitudini di spesa generalmente frugale come presidente, dicendo che il Messico non può avere un governo ricco e un popolo povero.

Eppure, gli echi di AMLO nella campagna di Sheinbaum nascondono differenze significative che modelleranno il percorso in avanti per il Messico sotto il suo prossimo presidente, un percorso il cui impatto, come ho sottolineato in precedenza, sarà sentito negli Stati Uniti.

Per cominciare, i due politici sono completamente diversi. AMLO è un populista carismatico. Le sue politiche sono di sinistra, ma ha una forte vena conservatrice, insieme a tendenze autoritarie non sempre sottomesse. Anche se ha incentivato i trasferimenti di denaro ai poveri, ha ostacolato lo sviluppo delle energie rinnovabili, ha dato ai militari il potere di assumere compiti interni di applicazione della legge, ha indebolito i controlli e gli equilibri democratici, molestato giornalisti critici e prese posizioni a volte bizzarre sui diritti delle donne.

Al contrario, Sheinbaum è pragmaticoa Anche lei ha forti tendenze di sinistra, tra lr quali spicca lo scetticismo nei confronti dell’economia neoliberista e l’impegno a combattere attivamente la povertà e la disuguaglianza, piuttosto che permettere ai liberi mercati di determinare i risultati. Ma il suo stile di governo e le sue opinioni su alcune questioni cruciali differiscono nettamente da AMLO.

Sarebbe arrivata alla presidenza con un record impareggiabile di successi accademici e scientifici, tra cui lauree in fisica, un dottorato in ingegneria energetica e periodi di lavoro presso il Lawrence Berkeley National Laboratory della California e sul Gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico, che ha vinto il premio Nobel per la pace mentre era lì.

Il contrasto con AMLO era chiaramente visibile durante la pandemia COVID-19, quando minimizzava i rischi mentre lei, come sindaco di Città del Messico, implementava misure scientificamente valide.

Ma il background di Sheinbaum non è solo nella scienza e nel mondo accademico. È stata anche sindaco di una delle città più grandi e complicate del pianeta, la cui area metropolitana comprende circa 22 milioni di persone. E il suo tempo in carica è generalmente visto come successo dagli abitanti di Città del Messico, considerando che ha lasciato il lavoro con un impressionante 66 per cento di approvazione.

Forse il contrasto più netto con AMLO sarà l’approccio di Sheinbaum alla politica ambientale ed energetica. Dall’inizio del suo mandato nel 2018, AMLO ha cercato di ristabilire il controllo statale del settore energetico e di rafforzare il ruolo della società petrolifera nazionale, Pemex, così come i combustibili fossili nella creazione di posti di lavoro e nello sviluppo economico. Nell’ambito di tale piano di rinazionalizzazione, ha eretto ostacoli sul cammino delle energie alternative e rinnovabili.

Da parte sua, oltre ad essere un esperto di energia, Sheinbaum è un ambientalista impegnata.

Un altro settore in cui le sue politiche sono suscettibili di divergere da quella di AMLO è la sicurezza, dove il successo può avere implicazioni di vasta portata non solo per la qualità della vita dei messicani, ma anche per l’attrattiva del paese per gli investitori stranieri e, per estensione, il suo sviluppo economico.

Con il Messico che combatte le bande del traffico di droga, AMLO si è rivolto ai militari, dando potere a un giocatore già poderoso e influente, non solo in materia di sicurezza, ma in tutta l’economia.

Sheinbaum ha adottato un approccio diverso durante il suo mandato a Città del Messico, migliorando la formazione, la professionalità e gli stipendi della polizia. E ci sono prove che ha prodotto risultati. Mentre le statistiche mostrano che a livello nazionale, il problema non sta migliorando, a Città del Messico i tassi di criminalità è diminuito sostanzialmente. Sheinbaum propone di attuare misure simili a livello nazionale come presidente. Ma decidere se smilitarizzare la sicurezza interna sarà una questione politica oltre che pratica, poiché dovrà affrontare pressioni per evitare di limitare lo spazio di manovra militare.

Ci sono molte incognite su come Sheinbaum governerà se mantiene il suo attuale vantaggio nei sondaggi e finisce per vincere le elezioni, in particolare quando si tratta di mosse più controverse di AMLO: quelli che hanno minato la democrazia del Messico. Non è chiaro come Sheinbaum avrebbe bilanciato la sua dichiarata devozione alla democrazia contro l’inclinazione politica a rafforzare la propria mano contro i vincoli democratici.

Queste e altre differenze tra AMLO e Sheinbaum saranno oscurate durante i prossimi tre mesi, perché Claudia mira a beneficiare della popolarità del presidente uscente. Una volta in carica, assumendo che vinca come previsto, diventerà però chiaro come i due siano, e siano stati sempre, leader molto diversi, con stili e priorità diverse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.