No menu items!
17.3 C
Buenos Aires
Sunday, May 16, 2021
HomeNord AmericaU.S.A.Finalmente nel posto giusto

Finalmente nel posto giusto

USA – A tre anni dall’esplodere di una crisi che ancora non è terminata – e che anzi si va rincrudelendo in ogni angolo del pianeta – la protesta popolare sembra finalmente aver trovato, negli Usa (ovvero nel paese dove tutto è cominciato), il suo più ovvio obiettivo: Wall Street ed i padroni d’una finanza senza regole che ha intossicato l’intero pianeta. Iniziato in sordina sull’esempio degli “indignatos” spagnoli, il movimento va estendendosi a macchia d’olio. Ed ha ormai raggiunto, a Washington, la scalinata di Capitol Hill ed i dintorni della Casa Bianca.

Sul tema, dal New Yor Times, un commento del premio Nobel per l’economia Paul Krugman. Sul Washington Post, E.J. Dionne spiega come l’occupazione di Wall Street abbia cambiato – dopo tre anni di cedimenti di fronte ad un partito repubblicano ormai controllato dal Tea Party – la dinamica del dibattito politico negli Stati Uniti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Most Popular

Recent Comments

Sandro Berticelli on Maduro, una catastrofica vittoria
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
Corrado on Cielito lindo…
Corrado on Tropico del cancro
Corrado on Evo dixit
Corrado on L’erede
Alligator on Aspettando Hugodot
A. Ventura on Yoani, la balena bianca
matrix on Chávez vobiscum
ashamedof on Chávez vobiscum
stefano stern on Chávez e il “maiale”
Antonio Moscatelli on Gennaro Carotenuto, cavallinologo
pedro navaja on La strada della perdizione
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
Arturo Sania on Benaltrista sarà lei…
A.Strasser on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
A.Strasser on Benaltrista sarà lei…
Arturo Sania on Benaltrista sarà lei…
giuilio on Maracanazo 2.0