No menu items!
19.7 C
Buenos Aires
Sunday, November 28, 2021
HomeSud AmericaBrasileFavela chiavi in mano

Favela chiavi in mano

Per entrare bisogna aprire un cancello. E, per aprire il cancello, bisogna chiedere la chiave ai padroni. Ovvero: ai trafficanti di droga. Che, se si fidano di te, te la fanno avere dietro pagamento d’una somma di danaro pari a 4 dollari. È accaduto, anzi, sta accadendo in quella parte di Rio che va sotto il nome di Favela de Parada de Lucas, ai margini d’una delle più importanti arterie cittadine: quell’Avenida Brasil che le autorità vorrebbero sgombera da ogni bruttura per i prossimi mondiali di calcio (2014) e per i Giochi Olimpici (2016). La domanda – metaforicamente parlando – è: chi avrà, allora, in mano le chiavi delle favelas che costellano gli splendidi panorami di Rio de Janeiro? E, soprattutto, qual è – socialmente e politicamente parlando – la vera chiave per risolvere il problema della povertà urbana di cui le favelas non sono, con tutto l’inevitabile strascico di criminalità e di violenza,  che il più visibile simbolo? I fatti de la Parada de Lucas ci dicono che le chiavi d’entrata delle favelas sono ancora – e non solo metaforicamente – nelle mani delle bande del narcotraffico. E che ancora la democrazia brasiliana, pur in un momento di straordinario sviluppo,  non ha saputo trovare la chiave per risolvere il problema.

Ecco come O Dia, quotidiano di Rio, ha riportato gli avvenimenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Most Popular

Recent Comments

Sandro Berticelli on Maduro, una catastrofica vittoria
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
Corrado on Cielito lindo…
Corrado on Tropico del cancro
Corrado on Evo dixit
Corrado on L’erede
Alligator on Aspettando Hugodot
A. Ventura on Yoani, la balena bianca
matrix on Chávez vobiscum
ashamedof on Chávez vobiscum
stefano stern on Chávez e il “maiale”
Antonio Moscatelli on Gennaro Carotenuto, cavallinologo
pedro navaja on La strada della perdizione
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
Arturo Sania on Benaltrista sarà lei…
A.Strasser on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
A.Strasser on Benaltrista sarà lei…
Arturo Sania on Benaltrista sarà lei…
giuilio on Maracanazo 2.0