No menu items!
21.4 C
Buenos Aires
Sunday, April 18, 2021
HomerassegnaTu quoque, New York Post?

Tu quoque, New York Post?

Mr. President, it’s time to end this dark charade. Signor president, è tempo di por fine a questa tenebrosa sciarada. Con queste parole comincia, oggi, 28 dicembre l’editoriale del New York Post, il tabloid newyorkese, proprietà dei Murdoch, che è stato fino a ieri uno dei più sgangherati e fedeli sostenitori di Donald J, Trump. La sciarada in questione è, ovviamente, il prolungato ed ormai del tutto insensato rifiuto dell’ormai ex-presidente di riconoscere la vittoria di Joe Biden. Trump sta perdendo per strada, lunga il cammino che, inesorabilmente, lo porta fuori dalla Casa Bianca, anche i più servili dei suoi alleati. Ma non è detto che queste siano le sue idi di marzo…leggi…

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Most Popular

Recent Comments

Sandro Berticelli on Maduro, una catastrofica vittoria
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
Corrado on Cielito lindo…
Corrado on Tropico del cancro
Corrado on Evo dixit
Corrado on L’erede
Alligator on Aspettando Hugodot
A. Ventura on Yoani, la balena bianca
matrix on Chávez vobiscum
ashamedof on Chávez vobiscum
stefano stern on Chávez e il “maiale”
Antonio Moscatelli on Gennaro Carotenuto, cavallinologo
pedro navaja on La strada della perdizione
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
Arturo Sania on Benaltrista sarà lei…
A.Strasser on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
A.Strasser on Benaltrista sarà lei…
Arturo Sania on Benaltrista sarà lei…
giuilio on Maracanazo 2.0