No menu items!
34.2 C
Buenos Aires
Tuesday, October 26, 2021
HomeSud AmericaVenezuelaOro, l’ultima frontiera d’un paese in rovina

Oro, l’ultima frontiera d’un paese in rovina

Dopo aver distrutto l’industria petrolifera – grande ricchezza e, al tempo stesso, grande maledizione del Venezuela – il (dis)governo chavista sembra voler puntare tutte le sue chance di sopravvivenza su un’altra ricchezza (e su un’altra maledizione) naturale: quella dell’oro, minerale del quale possiede grandi riserve, soprattutto nell’area della sua frontiera amazzonica. Ma è proprio in quest’area che l’insorgere (quasi sempre sotto la protezione delle istituzioni militari) di feroci organizzazioni criminali organizzazioni criminali evidenzia il disfacimento dello Stato. Come illustra questo servizio di Info-amazonia….Leggi….

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Most Popular

Recent Comments

Sandro Berticelli on Maduro, una catastrofica vittoria
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
Corrado on Cielito lindo…
Corrado on Tropico del cancro
Corrado on Evo dixit
Corrado on L’erede
Alligator on Aspettando Hugodot
A. Ventura on Yoani, la balena bianca
matrix on Chávez vobiscum
ashamedof on Chávez vobiscum
stefano stern on Chávez e il “maiale”
Antonio Moscatelli on Gennaro Carotenuto, cavallinologo
pedro navaja on La strada della perdizione
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
pedro navaja on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
Arturo Sania on Benaltrista sarà lei…
A.Strasser on Benaltrista sarà lei…
Alessandra on Benaltrista sarà lei…
A.Strasser on Benaltrista sarà lei…
Arturo Sania on Benaltrista sarà lei…
giuilio on Maracanazo 2.0