Archive | Sud America RSS feed for this section

Nutellatov

Difficile di questi tempi trovare qualcosa che in Venezuela abbia un, sia pur remoto, fuggevole dolce sapore. Tutto appare a prima vista amaro, triste, disperato. L’economia è a pezzi, i negozi vuoti, gli ospedali in rovina. Da ormai quasi due mesi le proteste riempiono le piazze di gente, bandiere e morti ammazzati nelle sempre più […]

Read More 0 Comments

Burla costituzionale

Si chiama “Asamblea Nacional Constituyente”. E, volendo concedere al chavismo un credito storico che assolutamente non merita, la si potrebbe definire una riedizione in chiave di farsa, o di tragicommedia tropicale, di quel celeberrimo “tutto il potere ai soviet” che – in anni lontani ed in ancor più lontani panorami politici – dette il là […]

Read More 0 Comments

Peggio la toppa…

Come si usa dire: peggio la toppa dello strappo. Lo scorso 30 marzo, come certo ricorderete, il Tribunal Supremo d Justizia – sulla carta l’equivalente della Corte Costituzionale, ma di fatto l’ufficio legale del governo “bolivariano” del Venezuela – aveva emesso un paio di sentenze (la n.155 e la n. 156, per la cronaca) con […]

Read More 0 Comments

Colpo di grazia

Per molti era già morta. E certo è che, se ancora non aveva del tutto attraversato le putride acque dello Stige, si trovava da tempo in uno stato comatoso tanto profondo che assai difficile era distinguerlo dal rigor mortis. Ma tutto questo non ha, ormai, nessuna importanza. Perché, quale che fosse il suo stato di […]

Read More 0 Comments

Un Natale demenziale

Che il Venezuela fosse avviato a passare un pessimo Natale, era cosa scontata. E tuttavia neppure il più uggioso degli uccelli del malaugurio avrebbe potuto immaginare quanto questo pessimo Natale potesse, ben oltre l’inevitabile miseria dei tempi, consumarsi nel segno della più autolesionistica demenzialità. O, se si preferisce, nel segno del più insensato provvedimento economico […]

Read More 0 Comments

Un Nobel salvapace

Chissà: forse ha ragione Ingrid Betancourt – che della guerriglia colombiana fu, lungo sette durissimi anni di prigionia, una delle vittime più internazionalmente conosciute – quando afferma che, per equità, il premio Nobel avrebbero dovuto assegnarlo a tutte le parti coinvolte nei negoziati di pace. Ovvero: al presidente Juan Manuel Santos ed a Rodrigo Londoño […]

Read More 0 Comments