Tag Archives: Usa

Trump, the Usastan president

“America becomes a Stan”, recitava giorni fa, sul New York Times, un commento del premio Nobel per l’economia Paul Krugman. L’America diventa uno “stan”. “Stan” è, ovviamente, il suffisso – derivato dal termine che, nell’antica Persia, stava per terra, paese – col quale si chiude il nome di molte delle nazioni (perlopiù tristi ed irrisolte […]

Read More 0 Comments

Yankees come home IV

C’eravamo lasciati con una domanda: perché, nell’aprile del 2003, Fidel Castro non espulse l’allora responsabile della sezione d’interesse degli Stati Uniti, quel ‘señor James Cason’, che in un maratonico discorso televisivo era stato da lui accusato d’essere al centro d’un complotto teso a ‘provocare una guerra tra Cuba e gli Stati Uniti’? Già chiara allora, […]

Read More 0 Comments

Yankees come home III

C’è un cadavere – il cadavere non d’un uomo, ma d’una politica – sepolto nel giardino di quella che, lo scorso 14 d’agosto, è tornata ad essere l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America all’Avana. E le cronache del tempo narrano come ad interrarlo fosse stato, in un giorno di dicembre dell’anno del Signore 2004, l’allora responsabile […]

Read More 0 Comments

Yankees come home II

Dove porti il nuovo cammino aperto dal ripristino delle relazioni diplomatiche tra Cuba e gli Stati Uniti, è impossibile dire. Possibile, anzi, assolutamente necessario è invece analizzare il “passato” che quest’ancora inesplorato tragitto va ora gradualmente, ma (si spera) irreversibilmente, lasciandosi alle spalle. Il problema è tuttavia: da dove cominciare? Dove puntare gli occhi alla […]

Read More 0 Comments

Yankees come home I

Un regalo. Un regalo di Obama ai fratelli Castro. Così Jeb Bush – candidato presidenziale repubblicano e fratello di quello che, quasi unanimemente, è considerato uno dei peggiori presidenti della storia americana – ha sprezzantemente commentato ieri le immagini della cerimonia di riapertura dell’ambasciata Usa all’Avana. Ed aveva, almeno per una metà, pienamente ragione. Quella […]

Read More 0 Comments

Il morto che cammina

L’embargo vive. L’embargo è morto. O meglio: è un morto vivente, uno di quegli zombi che, nei film dell’orrore, si trascinano per le strade azzannando passanti. L’embargo a tutti gli effetti vive perché nessuno ha ancora ucciso – né presumibilmente ucciderà per molti mesi a venire – la legge che lo sancisce. E l’embargo è […]

Read More 0 Comments